Riforma del Registro Pubblico delle Opposizioni

Il 4 febbraio 2018 è entrata in vigore la legge n.5 del 2018 avente come oggetto la Riforma del Registro Pubblico delle Opposizioni, meglio conosciuta come legge sul Telemarketing.

Questa legge è nata con l’obiettivo di regolare ulteriormente il settore del telemarketing e proteggere i consumatori dagli abusi alla loro privacy, perpetrati da alcuni operatori di telemarketing.

I due punti attorno a cui ruota la nuova legge sono:

  • Il rafforzamento del ruolo del Registro Unico delle Opposizioni, gestito dalla Fondazione Ugo Bordoni (FUB), allargando la platea dei numeri che possono registrarsi a oltre cento milioni. Gli utenti che si iscriveranno al registro avranno la garanzia di non essere più contattati per ricerche di mercato ed iniziative commerciali.
  • L’istituzione di due prefissi per identificare le chiamate con finalità statistiche e di vendita.

Riassumendo la riforma punto per punto:

  • apertura del Registro delle Opposizioni anche ai numeri di cellulare (Art.1 comm.2).
  • apertura del Registro delle Opposizioni anche alle numerazioni fisse non pubblicate negli elenchi di abbonati (Art.1 comm.3).
  • la revoca al trattamento dei dati personali può anche essere espressa per periodi definiti (Art.1 comm.4).
  • Con l’iscrizione al Registro delle Opposizioni vengono revocati tutti i consensi precedentemente espressi. Rimangono validi i consensi prestati nell’ambito di specifici rapporti contrattuali ancora in corso o cessati da non più di trenta giorni, aventi ad oggetto la fornitura di beni o servizi, per i quali è comunque assicurata, con procedure semplificate, la facoltà di revoca (Art.1 comm.5).
  • È valido il consenso al trattamento dei dati personali prestato dall’interessato, ai titolari da questo indicati, successivamente all’iscrizione nel registro (Art.1 comm.6)
  • È vietata la comunicazione a terzi ed il trasferimento e la diffusione di dati personali degli iscritti al Registro delle Opposizioni (Art.1 comm.7).
  • In caso di cessione a terzi di dati relativi alle numerazioni telefoniche, il titolare del trattamento è tenuto a comunicare agli interessati gli estremi identificativi del soggetto a cui i medesimi dati sono trasferiti (Art.1 comm.8).
  • Il titolare del trattamento dei dati personali è responsabile in solido delle violazioni delle disposizioni della presente legge anche nel caso di affidamento a terzi di attività di call center per l’effettuazione delle chiamate telefoniche (Art.1 comm.11).
  • Gli operatori hanno l’obbligo di consultare mensilmente o prima di ogni nuova campagna il Registro delle Opposizioni (Art.1 comm.12).
  • Verranno emesse entro l’11 luglio 2018 nuove tariffe per agevolare gli operatori di telemarketing nella consultazione del Registro Unico delle Opposizioni (Art.1 comm.13).
  • È vietato l’uso di compositori elettronici per la ricerca automatica di numeri anche non inseriti negli elenchi di abbonati (Art.1 comm.14).
  • Il Ministro dello sviluppo economico ha tempo fino al 5 aprile 2018 per modificare e comunicare le nuove modalità di accesso al Registro Unico delle Opposizioni (Art.1 comm.15).
  • Vengono istituiti due prefissi per distinguere le chiamate telefoniche finalizzate ad attività statistiche da quelle finalizzate al compimento di ricerche di mercato e ad attività di pubblicità, vendita e comunicazione commerciale. I call center, anche delocalizzati, dovranno utilizzare, facendo richiesta di assegnazione, le relative numerazioni entro il 5 maggio 2018 all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. In alternativa gli operatori possono non adottare uno dei nuovi prefissi, comunicando all’autority il numero dal quale si chiama e rendere possibile agli utenti richiamare questo numero (Art.2)

Questa riforma, che troverà piena applicazione una ventina di giorni prima del GDPR (25 maggio 2018), lascia spazio per lo sviluppo del canale del telemarketing in una misura socialmente più accettata e rispettosa della privacy dei cittadini, favorendo le aziende che operano con trasparenza e nel pieno rispetto della normativa.

Link Utili:

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/2/3/18G00021/sg

http://www.registrodelleopposizioni.it/

Riforma del Registro Pubblico delle Opposizioni ultima modifica: 2018-02-21T16:15:11+00:00 da C4B
Post suggeriti